Seedsman Blog

Autofiorente vs Fotoperiodico: Quale è più adatta a me?

“Quando si sceglie un ceppo di cannabis, è utile sapere esattamente cosa si sta cercando. Ci sono un sacco di variabili, ma una delle più importante è se il ceppo scelto è autofiorente o fotoperiodico. Ma che cosa vuol dire tutto questo? E come si fa a decidere qual è quello giusto per te?

Ebbene, le differenze sono davvero molto banali. I ceppi autofiorenti sono stati coltivati in modo tale che, dopo che la pianta è cresciuta per un certo lasso di tempo, questa inizierà automaticamente a fiorire. Ciò è in netto contrasto con le piante a fotoperiodo, che si basano sulle variazioni dei cicli di luce per sapere quando fiorire, e che resteranno in fase di crescita vegetativa per un tempo più o meno indefinito, finché la luce non cambia sufficientemente per costringerla a fiorire – tipicamente ad un ciclo 12/12, cioè 12 ore di luce, 12 ore di buio.

L’altra differenza principale che deve essere presa in considerazione al momento di decidere quale di queste due varietà è più adatta a te è la dimensione della pianta, e i successivi rendimenti. Sebbene non sarebbe giusto dire che i ceppi autofiorenti sono necessariamente più piccoli di quelli a fotoperiodo, è certamente questo il caso il più delle volte, quindi se stai cercando di far crescere grosse piante per raccogliere più gemme possibili, di solito è consigliabile scegliere i più tradizionali ceppi fotoperiodici.

Correlato a ciò vi è il tempo necessario per passare dal seme al raccolto utilizzabile. Dato che i ceppi autofiorenti cominciano a fiorire prima rispetto ai loro omologhi fotoperiodici, ci vuole naturalmente meno tempo per arrivare alla raccolta, e si avranno le mani sul prodotto finale in modo più rapido. Ma, ancora una volta, è più che probabile che si abbia meno prodotto finale da utilizzare, di conseguenza, quando prendi la tua decisione è necessario soppesare quello che è più importante per te – se è la velocità, o la resa.

Ci sono ulteriori dettagli da considerare, come il fatto che i ceppi autofiorenti non possono tipicamente essere clonati, mentre i ceppi fotoperiodici possono. Questo significa che se scegli di coltivare semi autofiorenti, dovrai acquistare nuovi semi ad ogni coltura, il che, da alcuni, può essere considerato uno spreco di denaro quando le piante fotoperiodiche possono essere clonate ancora e ancora, producendo ogni volta piante geneticamente identiche.

Come per tante altre cose, la tua decisione di scegliere ceppi auto fiorenti o fotoperiodici verrà essenzialmente dalle tue preferenze personali. Come accennato nella nostra guida precedente – 5 Consigli per la Scelta di Ceppi di Cannabis per Principianti – gli autofiorenti sono spesso considerati un buon punto di partenza per i coltivatori alle prime armi, grazie alla loro velocità e alla facilità di coltivazione, e un gran numero di coltivatori alle prime armi sceglieranno questa opzione per capire come iniziare. Ma ci sono un sacco di ceppi autofiorenti là fuori che possono rivelarsi estremamente gratificanti anche per i coltivatori più esperti, così come ci sono ceppi fotoperiodici più indulgenti che sono perfetti per i principianti che hanno bisogno di quel tempo in più di calma per fare i propri inevitabili errori.

Con questo a mente, abbiamo prodotto questa utile tabella che può essere utilizzata per valutare i pro e i contro di ogni varietà, prima di effettuare una scelta. Abbiamo centinaia di ceppi autofiorenti e fotoperiodici a disposizione per essere acquistati adesso da Seedsman.com.

TABLE AUTO PHOTO

This post is also available in: en fr de

Seedsman

With an international team of writers and over a decade of experience in the industry, Seedsman aim to bring you the very latest in Cannabis news from across the globe.

Join Newsletter

Acquista semi di cannabis