Seedsman Blog

I 4 Miti sulle Piante Auto-Fiorenti

Così sei alle prime armi nella coltivazione, o probabilmente sei un coltivatore esperto alla ricerca di qualcosa di nuovo e sei incappato accidentalmente sulla cannabis auto-fiorente. Hai pensato tra te e te che fosse troppo bello per essere vero, e quindi hai fatto ricerche su internet cercando di trovare informazioni su queste mitiche piante, e hai trovato delle informazioni non troppo affidabili.

Così sei alle prime armi nella coltivazione, o probabilmente sei un coltivatore esperto alla ricerca di qualcosa di nuovo e sei incappato accidentalmente sulla cannabis auto-fiorente. Hai pensato tra te e te che fosse troppo bello per essere vero, e quindi hai fatto ricerche su internet cercando di trovare informazioni su queste mitiche piante, e hai trovato delle informazioni non troppo affidabili.

Ci sono alcune cose in giro su internet, sull’auto-fioritura della cannabis, che semplicemente non sono vere; ma che comunque fino a qualche tempo fa lo erano. Per questo motivo ci sono diversi miti che circolano sul fatto che la cannabis auto-fiorente sia una droga di qualità più bassa, e altro ancora.

Ora, quali sono i fatti reali e quelli falsi che attualmente girano su alcuni siti web? Come si può fare a sapere che cosa sia vero e cosa non lo sia quando le storie variano così selvaggiamente da persona a persona?

Bene, spero che questo ti aiuterà a rispondere a tale domanda. Di seguito andremo oltre i più grandi miti sulla cannabis auto-fiorente che vengono diffusi in questo momento su internet. Con i fatti alla mano, potremo vedere chiaramente i potenziali benefici di una pianta autofiorente vs. una pianta fotosintetica a pieno periodo. È possibile acquistare le varietà Autofiorenti da Seedsman proprio qui e ricevere, durante il processo, dei semi gratuiti!

Mito #1: Non è potente come un ceppo regolare

Verità: Il ceppo originale Lowryder, di cui si suppone essere il genitore dei ceppi autofiorenti che esistono tutt’oggi, è stato infatti MENO potente di un comune ceppo nella media. Tuttavia, ciò accadeva 10 anni fa e molto è cambiato da allora. Dal momento che il Lowryder originale è stato incrociato con il Santa Maria, questo preconcetto è adesso completamente falso. I ceppi auto-fiorenti attuali hanno una potenza media del 15-22% di THC.

Oltre ciò, grazie alla loro genetica, sono più predisposti ad avere un rapporto di CBD superiore rispetto alla maggior parte dei ceppi tradizionali. In poche parole ciò significa non solo che possono avere la stessa quantità di THC di una pianta normale, ma la produzione medicinale di CBD va anche bene per alcuni problemi medici. La pianta autofiorente più forte ha un contenuto di THC del 27%… onestamente!

Mito #1 ufficialmente smentito.

Mito #2: Rende molto meno rispetto ad una pianta coltivata regolarmente

Verità: Questo mito può essere vero in determinate situazioni. La maggior parte dei ceppi autofiorenti sono stati costruiti con in mente una massima discrezione e velocità. Di conseguenza, queste in realtà non diventano molto grandi, o grandi come piante che hanno un periodo di 12/12. Tuttavia, ciò non è sempre vero, perché sebbene non sia possibile controllarne le dimensioni con la luce, alcuni ceppi autofiorenti crescono altrettanto grandi come una pianta normale. Tutto dipende dalla genetica, dalla potenza della luce, e altro ancora. Inoltre, proprio perché sono più piccole, non significa che produrranno meno – una constatazione più accurata sarebbe ‘sono generalmente più piccole, e possono produrre meno in condizioni simili’.

Ho visto un rendimento da auto-fioritura di 8 once, e un ottavo della resa di 12/12. È variabile ma direi che il Mito #2 è semi-vero. Ma se fosse del tutto vero non si sarebbero potuti ottenere 370 grammi da una sola pianta, il che è successo realmente!

Mito #3: non è possibile clonare un ceppo autofiorente

Verità: Sbagliato. Tu PUOI clonare un auto-fiorente. Tuttavia, il clone rimarrà della stessa età della pianta da cui è stato tagliato via, il che significa che se era già in piena fioritura – il più che ti potrai aspettare sarà la crescita di una gemma o due e non molto altro in termini di altezza verticale. Ho visto storie di successo di persone che le hanno clonate prima che venisse mostrato il sesso e ciò ha funzionato alla grande, ma questa è una piccola finestra di tempo. Così tu POTRAI clonarla, ma i cloni non si svilupperanno in una nuova pianta in quanto andranno solamente in modalità di fioritura.

Mito #4: Le autofiorenti hanno un sapore peggiore del grado medio!

Verità: Questo è ridicolo quando lo sento. FALSO. Estremamente falso. Chi fa una dichiarazione del genere, ovviamente, non ha mai coltivato una sua pianta. I ceppi autofiorenti di oggi vengono coltivati solo per le proprietà legate al Gusto. Prendiamo ad esempio l’Auto Moscow di Seedsman – Ho coltivato personalmente questo ceppo. Ha uno dei migliori gusti che mi siano mai capitati dal periodo della cannabis, tant’è vero che sto cercando di mantenere quel sapore in qualcuno dei miei raccolti. Non lasciare che nessuno ti demoralizzi raccontandoti questi miti, si tratta di bugie.

Quindi, ora che i miti sono stati smentiti, quando e perché dovresti coltivare un ceppo autofiorente?

In poche parole, in qualsiasi momento e perché tu puoi! Alcune piante di periodo 12/12 possono richiedere fino a 20 settimane per completare lo sviluppo – invece alcune autofiorenti impiegano appena 35 giorni per terminarlo. Cosa significa questo per te? Nel periodo di coltivazione di 1 pianta da 20 settimane, o anche due piante da 10 settimane, potrai far triplicare la quantità di auto-fiorenti, DAL SEME. Questo significa che mentre attendi che la tua pianta grande finisca, sarà possibile avere più raccolti da ceppi autofiorenti che ti garantiranno che avrai sempre la droga di cui hai bisogno. È davvero una situazione fantastica.

E a differenza delle piante normali, quasi chiunque può coltivare un autofiorente, quasi ovunque. Questo significa che se non ne hai mai coltivato prima e vuoi semplicemente posare un seme in vaso nella finestra per ottenere un piccolo raccolto potrai farlo! Non v’è alcun motivo per NON coltivare un ceppo autofiorente insieme ad una qualsiasi altra pianta nel tuo giardino. Questa avrà un grande successo. Quindi, smetti di preoccuparti di tutte le menzogne, e prova di persona. Le piante autofiorenti femminilizzate garantiscono quasi pienamente dei risultati, non importa quale sia lo stile di coltivazione, e davvero non avrai nulla da perdere.

Dai un’occhiata ad alcuni dei ceppi autofiorenti di seedsman qui.

This post is also available in: en fr de

Seedsman

With an international team of writers and over a decade of experience in the industry, Seedsman aim to bring you the very latest in Cannabis news from across the globe.

Join Newsletter

Acquista semi di cannabis