Seedsman Blog

La storia del Gorilla Glue

Molti ceppi spesso sono accompagnati da storie con origini strane e meravigliose, ma le radici del Gorilla Glue hanno un origine poco fortunata ma ad ogni modo affascinante.

Come per molti ceppi di questi tempi, esistono diverse versioni del Gorilla Glue, ma il GG #4 è quello di cui parleremo qui.

Il nome di questo premiato ceppo potrebbe derivare dalla vischiosità dei suoi tricomi, e dalla sua tendenza ad ‘incollare’ le cesoie durante il processo di taglio, ma per ironia della sorte è venuto al mondo per caso, e per merito della frustrazione di un coltivatore – Joesy Whales – che ha gettato i semi originali dopo che la sua prima piantagione è diventata ermafrodita rovinando tutto il suo raccolto.

Fortunatamente per noi, il suo amico Marrdog ha salvato un paio esemplari da questo primo lotto e un anno dopo, coltivandoli da sé. Saltarono fuori quattro fenotipi, e il #4 fu giudicato il migliore. Così, il GG #4 venne salvato dal baratro rischiando di scomparire per sempre ed è stato commercializzato vincendo premi e aggiudicandosi una serie di ammiratori.

I riconoscimenti del Gorilla Glue #4 includono il primo posto sia nella Michigan che alla Los Angeles Cannabis Cup nel 2014, così come la High Times Jamaican World Cup.

La sua popolarità continua a crescere grazie alla sua efficacia come ceppo medico, in particolare per coloro che cercano sollievo dal dolore e rilassamento.

I suoi pungenti profumi terrosi e aspri combinati con il suo sapore fresco e piney sono tutti attributi derivanti dai ceppi genitori, Chem’s Sister, Sour Dubb, e Chocolate Diesel.

Tuttavia, i premi per il GG #4 non sono stati aggiudicati per il suo gusto e per l’aroma. La base del successo del GG #4 è la sua capacità di essere un ceppo per quasi ogni occasione.

Il nome Gorilla Glue potrebbe essere stato inventato per la sua viscosità, ma descrive anche alcuni degli effetti che questo ceppo può avere in maniera abbastanza appropriata. Il GG #4 può incollarti al divano e asciugarti la bocca con la stessa facilità con cui incolla le lame delle tue cesoie. Il suo lignaggio indica traspare con forza a tal proposito, e non deve essere preso alla leggera.

Detto questo, il GG #4 è un ibrido, e le recensioni di questo ceppo si focalizzano sul fatto che esso può dare degli effetti sonnolenti molto profondi. Dà la sensazione di pura indica nel corpo, ma sulla testa è tutta Sativa.

Jake Brown di thecannabist.co ha descritto l’effetto che il Gorilla Glue ha avuto su di lui su un’eccellente recensione che mette in evidenza la natura quasi schizofrenica del ceppo:

“Due tiri, mi sono fermato. Ibrido può essere un termine ingannevole, e ogni indicazione inizialmente dice che sto per farmi un trip mentale di sativa che mi terrà sveglio, ma la pubblicità non c’entra assolutamente nulla”

Continua dicendo;

“Con un effetto profondamente pietrificante che si abbina ad una concentrazione più calma, che comunque, non sto a giocare con nulla o non spunto le sue caratteristiche nell’elenco… E mentre sento leggeri morsi di fame, non ho la voglia di sgranocchiare qualcosa solo per il piacere di farlo. A volte, sentirsi assorti è già saziante abbastanza.”

La recensione si conclude con la parola abbastanza, e dà la sensazione di essere una parola chiave quando si recensisce il Gorilla Glue. Si tratta di abbastanza, in tutto; abbastanza indica per alleviare il dolore e rilassare i muscoli, ma abbastanza sativa per tenerti sveglio e concentrato sul compito che stai svolgendo. Colloso e fragrante abbastanza da accontentare tutti i tuoi sensi, ma non abbastanza forte per sopraffarti e lasciarti ansioso. È una cosa rara trovare un ceppo che viene amato da tutti, ma il Gorilla Glue #4 è dannatamente vicino a raggiungere questo obiettivo, e per questo dovrebbe essere acclamato.

E pensare che era quasi finito nel cestino dei rifiuti.

This post is also available in: Inglese Francese Tedesco

Seedsman

Seedsman

With an international team of writers and over a decade of experience in the industry, Seedsman aim to bring you the very latest in Cannabis news from across the globe.